mercoledì 18 giugno 2008

Allons enfants



Allons enfants de la Patrie, le jour de gloire est arrivé


P.S: Lavoro con i francesi tutto il giorno, tutti i giorni.

Martedì, sentendo alcuni di loro al telefono, ho detto: "comunque vada, niente commenti, non parleremo di calcio, non ci telefoneremo nemmeno mercoledì"

Non ho chiamato nessuno oggi, non come certi olandesi mercoledì scorso, ma non ce la faccio più a trattenermi, sto per scoppiare, a qualcuno dovrò dire quello che penso, non resisto!!!!

Non fanno che parlare con aria di sufficienza dell'Italia e degli Italiani.

Spocchiosi, snob, si sono sempre creduti migliori di noi, anche quando nascondevano i brigatisti, anche quando non riuscivanmo a vincere una sola battaglia senza l'aiuto degli alleati, anche quando vedevano i loro puzzosissimi vini surclassati da quelli italiani...

E' la seconda volta che gli diamo le bastonate... quanto godo, quanto godo, quanto godo.

In effetti il titolo dell'Equipe di oggi non mente, era ineluttabile, palese, troppo chiaro.


Avete bisogno di una citazione? per restare in tema con il blog?

Po-popopo-popo-po

Po-popopo-popo-po


Non so come andrà il resto di questi europei però ci siamo già tolti una bella soddisfazione.


Foto: prima pagina de "L'Equipe" 18 giugno 2008

2 commenti:

  1. I francesi sono i miei vicini di casa e come tali li odio a morte!

    RispondiElimina
  2. A chi lo dici... a chi lo dici...

    RispondiElimina